Utilizzando il sito si accetta l’uso di cookies per analisi, risultati personalizzati e pubblicità.
Condividi questa pagina

CONDIZIONI DI SERVIZIO PER I DISPOSITIVI MICROSOFT

QUALORA L’UTENTE RISIEDA O LA SEDE PRINCIPALE DELLA SUA ATTIVITÀ SI TROVI NEGLI STATI UNITI, L’ARTICOLO 20 CONTIENE UNA CLAUSOLA VINCOLANTE DI ARBITRATO E UNA RINUNCIA ALL’AZIONE DI CLASSE E INFLUISCE SUI DIRITTI DELL’UTENTE IN RELAZIONE ALLE MODALITÀ DI RISOLUZIONE DI UNA CONTROVERSIA CON MICROSOFT. L’UTENTE DEVE LEGGERLO CON ATTENZIONE.

1. INTRODUZIONE

Inviando una richiesta di servizio (il “Servizio”) per il dispositivo prodotto da Microsoft (”Dispositivo/i Microsoft”), l’utente accetta le presenti Condizioni di Servizio e qualsiasi altra condizione, informativa o dichiarazione di non responsabilità applicabile disponibile all’indirizzo http://support.microsoft.com (il “Contratto”). Microsoft consiglia di leggere con attenzione le presenti condizioni, applicabili al Servizio per tutti i Dispositivi Microsoft.

QUALORA L’UTENTE NON ACCETTI LE PRESENTI CONDIZIONI DI SERVIZIO PER I DISPOSITIVI MICROSOFT, NON DOVRÀ INVIARE ALCUNA RICHIESTA DI SERVIZIO.

2. MODIFICA DELLE CONDIZIONI DI SERVIZIO PER I DISPOSITIVI MICROSOFT

Microsoft si riserva il diritto di aggiornare le Condizioni di Servizio per i Dispositivi Microsoft in qualsiasi momento e senza alcuna previa comunicazione all’utente. L’utente è tenuto a prendere conoscenza delle presenti condizioni prima dell’invio di una nuova richiesta di servizio. Qualora l’utente continui a utilizzare il sito Web e/o invii un ordine di Servizio, le modifiche alle condizioni vengono ritenute accettate. Gli aggiornamenti si applicano esclusivamente agli ordini di Servizio inviati dopo la pubblicazione dell’aggiornamento stesso.

3. COPERTURA DELLA GARANZIA E DEL PIANO DI SERVIZIO ESTESO

Nell’eventualità di una discrepanza tra il presente Contratto e il piano di servizio esteso o la garanzia Microsoft per il Dispositivo Microsoft in uso, le condizioni previste nel piano di servizio esteso o nella garanzia Microsoft avranno prevalenza ai fini del Servizio per il Dispositivo Microsoft. È necessario conservare una copia della prova di acquisto del Dispositivo Microsoft in uso, in quanto potrà essere richiesta da Microsoft qualora sia necessario verificare l’idoneità del Dispositivo Microsoft ai fini della copertura gratuita del piano di servizio esteso e del servizio di garanzia.

4. LIMITAZIONI RELATIVE ALL’UTILIZZO DA PARTE DI MINORI

Per inviare un ordine di Servizio tramite l’indirizzo http://support.microsoft.com, l’utente deve avere almeno 18 anni. L’utente che invia un ordine è responsabile del rispetto di tale requisito relativo all’età.

5. TRATTAMENTO DELLE INFORMAZIONI SULL’UTENTE

Microsoft utilizza le informazioni sull’utente e la relativa cronologia degli ordini in conformità alle condizioni previste nell’Informativa sulla Privacy Microsoft.

6. ESATTEZZA DELLE INFORMAZIONI RELATIVE ALLA FATTURAZIONE E ALL’ACCOUNT

Al momento dell’invio di un Ordine di Servizio per il Dispositivo Microsoft in uso, l’utente accetta di fornire informazioni accurate, complete e aggiornate su contatto, account e pagamento, nonché di aggiornare tempestivamente tali informazioni, al fine di consentire a Microsoft di concludere la transazione e contattare l’utente in caso di necessità.

7. PAGAMENTO

Fatti salvi i casi in cui il servizio per il Dispositivo Microsoft in uso sia coperto dal contratto per il piano di servizio esteso o dalla garanzia Microsoft, l’utente accetta di pagare i costi stimati per il Servizio al momento dell’invio di un ordine (per telefono tramite il responsabile del servizio clienti o online). I costi stimati includono le spese relative a tutti i componenti e alla manodopera per il Servizio, i costi di spedizione e le imposte applicabili. Per gli ordini di Sostituzione Anticipata, l’utente dovrà fare riferimento alle condizioni riportate di seguito.

8. RECESSO DEI SERVIZI

L’utente perderà il diritto di recesso qualora il Servizio sia stato completamente erogato, purché l’erogazione abbia avuto inizio previo consenso espresso da parte dell’utente e previa accettazione da parte dell’utente della possibilità di perdere il diritto di recesso in caso di completa erogazione del Servizio da parte di Microsoft. Annullamenti e rimborsi relativi al Servizio non sono disponibili qualora Microsoft abbia ricevuto dall’utente il Dispositivo Microsoft per il Servizio e abbia rispedito all’utente il Dispositivo Microsoft riparato o sostitutivo oppure, per eventuali ordini di Sostituzione Anticipata, una volta che Microsoft avrà inviato all’utente il Prodotto in Sostituzione Anticipata.

9. RESPONSABILITÀ PER DANNI DURANTE LA SPEDIZIONE

Qualora l’utente invii il proprio Dispositivo Microsoft per il Servizio, avrà la responsabilità di imballarlo correttamente, al fine di evitare eventuali danni durante il trasporto. L’utente è inoltre responsabile della copertura assicurativa per eventuali perdite o danni a cui il Dispositivo Microsoft potrebbe essere soggetto durante il trasporto ai fini del Servizio. Microsoft informerà l’utente qualora il Dispositivo Microsoft subisca danni durante il trasporto ai fini del Servizio; l’utente sarà responsabile di qualsiasi eventuale danno riportato prima della ricezione del Dispositivo Microsoft da parte di Microsoft.

Qualora il Dispositivo Microsoft rispedito all’utente da parte di Microsoft dovesse arrivare danneggiato a destinazione, l’utente è tenuto a effettuarne comunicazione a Microsoft entro 2 giorni dalla ricezione del prodotto, tramite la pagina all’indirizzo http://support.microsoft.com. Qualora l’utente non contatti Microsoft ai fini della comunicazione di eventuali danni riscontrati sul Dispositivo Microsoft entro 2 giorni dalla ricezione dello stesso, sarà ritenuto responsabile di tali danni.

10. TRASFERIMENTO DEI DATI E INSTALLAZIONE DEL SOFTWARE

Prima di inviare il Dispositivo Microsoft a Microsoft ai fini del Servizio, l’utente ha la responsabilità di effettuare il backup di tutti i dati, i software e i programmi esistenti, nonché di rimuovere o cancellare tutti i dati esistenti, e di rimuovere eventuali dispositivi di archiviazione. Allo scopo di eseguire attività complete di testing e diagnostica sul Dispositivo Microsoft, verrà ripristinato lo stato di fabbrica originale del Dispositivo. Tale processo cancellerà tutti i programmi e i dati personali presenti sul Dispositivo dell’utente.

Se il Servizio per il Dispositivo Microsoft implica il trasferimento di informazioni o l’installazione di software, l’utente potrà presentare un ordine esclusivamente se dispone dei diritti legali per (1) copiare le informazioni e verificare che nel Dispositivo Microsoft non siano presenti file o dati illegali e (2) accettare le condizioni di licenza software. L’utente autorizza Microsoft a trasferire le informazioni e accettare suddette condizioni per suo conto durante l’erogazione del Servizio.

Microsoft non è responsabile della perdita, del recupero o della compromissione di eventuali dati o programmi né della perdita di utilizzo delle attrezzature derivanti dal Servizio a cui è sottoposto il Dispositivo Microsoft dell’utente.

11. PROPRIETÀ ABBANDONATA

Microsoft spedirà il Dispositivo Microsoft dell’utente all’indirizzo di posta indicato da quest’ultimo quando ha autorizzato il Servizio, purché l’utente non fornisca per iscritto a Microsoft istruzioni alternative. Qualora il dispositivo venga restituito a Microsoft a causa dell’impossibilità di effettuare la consegna all’indirizzo specificato, Microsoft tenterà di contattare l’utente per ottenere un indirizzo alternativo. Qualora non fornisca un altro indirizzo a cui Microsoft o un soggetto che agisce per suo conto possa spedire il dispositivo entro 60 giorni dal primo tentativo di consegna, l’utente riceverà da Microsoft una comunicazione in cui è indicato che il dispositivo è considerato abbandonato. In tal caso, Microsoft potrà disfarsi del Dispositivo Microsoft dell’utente considerato abbandonato, in conformità alle leggi applicabili. In particolare, Microsoft potrà vendere il dispositivo dell’utente durante un’asta privata o pubblica, per recuperare le spese relative al Servizio. Microsoft si riserva tutti i diritti concessi dalla legge e qualsiasi altro diritto legale in materia di spese insolute.

12. RESPONSABILITÀ PER ALTRA PROPRIETÀ

Quando l’utente invia il Dispositivo Microsoft ai fini del Servizio, è tenuto a non spedire altre proprietà personali o altri prodotti Microsoft congiuntamente al Dispositivo Microsoft, tra cui accessori per cui non è richiesto il Servizio, giochi, libri e così via. L’utente è responsabile della perdita di eventuali proprietà personali inviate a Microsoft. Microsoft non garantisce la restituzione di eventuali altre proprietà personali che non rientrano tra gli elementi effettivamente necessari per il Servizio relativo al Dispositivo Microsoft o alla sua sostituzione.

13. PROCEDURA RELATIVA AL SERVIZIO PER IL DISPOSITIVO

In conformità all’Articolo 10 durante il testing verrà ripristinato lo stato di fabbrica originale del Dispositivo. Qualora il Dispositivo risulti funzionare come previsto dopo il test, verrà restituito all’utente con le impostazioni di fabbrica originali. Qualora venga riscontrato un problema, il Dispositivo dell’utente potrà essere riparato o sostituito con dispositivi nuovi o ricondizionati aventi funzionalità equivalenti, a discrezione di Microsoft, in conformità alle leggi applicabili nel paese dell’utente.

14. DISPOSITIVI MICROSOFT IN EDIZIONE SPECIALE E PERSONALIZZATI

Qualora l’utente invii a Microsoft un Dispositivo Microsoft in edizione speciale o personalizzato ai fini del Servizio, Microsoft porrà in essere ogni sforzo per restituire all’utente lo stesso Dispositivo Microsoft in edizione speciale o personalizzato o un dispositivo simile, in base alla disponibilità al momento del Servizio (è possibile che le edizioni speciali o personalizzate siano fuori produzione o fuori magazzino). Microsoft non garantisce di riuscire in questo intento, in quanto potrebbe essere inattuabile dal punto di vista commerciale.

15. ESCLUSIONI DAL SERVIZIO

Microsoft si riserva il diritto di rifiutare il Servizio o di considerare non in garanzia i Dispositivi Microsoft (1) danneggiati a causa di utilizzo con prodotti non venduti o non concessi in licenza da Microsoft (inclusi, ad esempio, giochi o software e accessori non prodotti o non concessi in licenza da Microsoft e giochi o software “contraffatti” e altro), (2) utilizzati a fini commerciali (tra cui, ad esempio, a scopo di noleggio, utilizzo a consumo e così via), (3) aperti, modificati o manomessi (ad esempio, a causa di eventuali tentativi di eliminazione di limitazioni tecniche, meccanismi di sicurezza o antipirateria o altro) o di cui è stato modificato o rimosso il numero di serie, (4) danneggiati per cause esterne (tra cui, ad esempio, caduta o utilizzo in ambienti con ventilazione inadeguata o mancato rispetto delle istruzioni fornite nel manuale del Dispositivo Microsoft), (5) inviati a Microsoft senza previa richiesta di un ordine di Servizio autorizzato per telefono o online oppure (6) sottoposti ad assistenza da soggetti terzi diversi da Microsoft o dai suoi fornitori di servizi autorizzati. In tal caso, Microsoft potrà restituire il Dispositivo Microsoft all’utente senza fornire il Servizio.

16. CONDIZIONI AGGIUNTIVE PER IL PROGRAMMA DI SOSTITUZIONE ANTICIPATA

In alcuni paesi, Microsoft offre un Programma di Sostituzione Anticipata, in base al quale l’utente può ricevere un dispositivo sostitutivo prima di avere spedito il proprio dispositivo a Microsoft ai fini del Servizio, a determinate condizioni. Se l’utente desidera partecipare al programma di Sostituzione Anticipata, riceverà da Microsoft un Dispositivo Microsoft sostitutivo (il “Prodotto in Sostituzione Anticipata”) prima ancora di aver spedito il proprio dispositivo, alle seguenti condizioni:

  • il Dispositivo Microsoft deve essere conforme alle condizioni della garanzia o del contratto per il piano di servizio esteso;
  • il Dispositivo Microsoft dell’utente non sarà considerato idoneo per il presente programma se, dopo la ricezione da parte di Microsoft, vi sia prova della presenza di danni fisici o liquidi, manomissione, uso improprio e così via o di altri motivi per l’esclusione dalla garanzia o dal contratto per il piano di servizio esteso del Dispositivo Microsoft;
  • il Prodotto in Sostituzione Anticipata verrà spedito all’utente all’interno di una confezione contrassegnata da un’etichetta di spedizione prepagata;
  • l’utente dovrà utilizzare l’etichetta di spedizione prepagata per restituire il Dispositivo Microsoft per il quale ha ricevuto un Prodotto in Sostituzione Anticipata e ha richiesto il Servizio. L’utente dovrà restituire il Dispositivo Microsoft originale nella stessa confezione entro 14 giorni dalla ricezione del dispositivo sostitutivo.
  • Al fine di garantire che il Dispositivo Microsoft originale venga restituito, Microsoft richiederà all’utente il numero di carta di credito. NESSUN IMPORTO VERRÀ ADDEBITATO SULLA CARTA DI CREDITO DELL’UTENTE, purché quest’ultimo restituisca il Dispositivo Microsoft originale (con il numero di serie corrispondente a quello fornito a Microsoft) entro 14 giorni dalla ricezione del Prodotto in Sostituzione Anticipata.
  • È possibile che sulla carta risulti la presenza di un importo nominale richiesto da Microsoft, al fine di verificare la disponibilità di fondi sul conto dell’utente. L’importo nominale verrà rimborsato e non rappresenta un addebito. All’utente verranno addebitati costi di sostituzione e amministrativi pari al prezzo al dettaglio consigliato dal produttore per il dispositivo o l’accessorio qualora (1) Microsoft non riceva il Dispositivo Microsoft originale entro 14 giorni dalla data di consegna del dispositivo sostitutivo in base a quanto indicato nel sistema di tracciabilità del vettore, (2) il dispositivo non sia in garanzia e/o (3) il dispositivo sia escluso dalla garanzia o dal servizio, ad esempio a causa della presenza di danni fisici o manomissione.

Per qualsiasi domanda, l’utente potrà contattare il supporto tecnico all’indirizzo http://support.microsoft.com.

17. GARANZIA POST-SERVIZIO LIMITATA

Quando eroga il Servizio per il Dispositivo Microsoft, Microsoft garantisce (1) che il Servizio verrà eseguito con perizia e (2) che tutti i componenti o i prodotti utilizzati per il Servizio saranno esenti da difetti di lavorazione e materiali per il periodo di validità rimanente del piano di servizio esteso o della garanzia Microsoft o per 90 giorni successivi alla data di erogazione del Servizio, a seconda di quale periodo sia maggiore. La garanzia post-Servizio è una garanzia espressa. Se il Servizio erogato non è conforme o si riscontra un difetto in un prodotto o componente sostitutivo durante il periodo di garanzia di 90 giorni, a sua scelta, Microsoft: (1) riparerà il componente o il prodotto, utilizzando componenti sostitutivi nuovi, usati o ricondizionati, (2) sostituirà il componente o il prodotto con un componente o prodotto equivalente nuovo, usato o ricondizionato oppure (3) rimborserà all’utente l’importo versato per il Servizio.

Microsoft non è da ritenere responsabile e la presente garanzia post-servizio non è applicabile se il Dispositivo Microsoft:

  1. risulta danneggiato a causa di utilizzo con prodotti non venduti o concessi in licenza da Microsoft;
  2. è stato aperto, modificato o manomesso (ad esempio, a causa di eventuali tentativi di eliminazione di limitazioni tecniche o meccanismi di sicurezza) o presenta un numero di serie modificato o rimosso;
  3. risulta danneggiato per cause esterne correlate all’utente o a soggetti terzi che utilizzano il Dispositivo Microsoft, tra cui ad esempio:
    • caduta;
    • utilizzo errato (ad esempio in ambienti esterni), uso improprio, negligenza o incidente;
    • maltrattamento o danni durante la spedizione, esclusa la spedizione all’utente da parte di Microsoft;
    • esposizione a liquidi;
    • utilizzo in ambienti con ventilazione inadeguata;
    • presenza di graffi, ammaccature o altri danni estetici;
    • mancato rispetto delle istruzioni di installazione, utilizzo o manutenzione;
  4. riparazione effettuata da soggetti diversi da Microsoft.

LA PRESENTE GARANZIA E IL RELATIVO RIMEDIO SONO ESCLUSIVI E SOSTITUISCONO QUALUNQUE ULTERIORE RIMEDIO, GARANZIA O CONDIZIONE, IN FORMA SCRITTA O ORALE, ESPRESSA O IMPLICITA, IN RELAZIONE AL SERVIZIO E AI COMPONENTI O PRODOTTI FORNITI. MICROSOFT NON RICONOSCE IN MODO SPECIFICO ALCUNA GARANZIA IMPLICITA IN RELAZIONE A TALI ELEMENTI, INCLUSE, A TITOLO ESEMPLIFICATIVO, LE GARANZIE DI COMMERCIABILITÀ (QUALITÀ NON INFERIORE ALLA MEDIA) E ADEGUATEZZA PER UNO SCOPO SPECIFICO. Poiché alcuni stati/giurisdizioni non ammettono l’esclusione o la limitazione di responsabilità per danni incidentali o consequenziali né l’esclusione o la limitazione sulla durata delle condizioni o garanzie implicite, le presenti limitazioni o esclusioni potrebbero non essere applicabili all’utente. Oltre agli specifici diritti conferiti all’utente ai sensi della garanzia post-Servizio, l’utente potrebbe beneficiare di altri diritti a seconda dello stato, della provincia e della giurisdizione. PER GLI UTENTI COPERTI DALLE LEGGI O DAI REGOLAMENTI IN MATERIA DI TUTELA DEI CONSUMATORI NEL PROPRIO PAESE DI RESIDENZA, I VANTAGGI OFFERTI DALLE PRESENTI CONDIZIONI VANNO AD AGGIUNGERSI A TUTTI I DIRITTI E I RIMEDI PREVISTI AI SENSI DI TALI LEGGI E REGOLAMENTI.

18. LIMITAZIONE DI RESPONSABILITÀ.

LA RESPONSABILITÀ DI MICROSOFT IN RELAZIONE A UN DISPOSITIVO IN SUA CUSTODIA CHE VENGA DANNEGGIATO O PERSO SARÀ LIMITATA AL COSTO DELLA RIPARAZIONE O DELLA SOSTITUZIONE DEL DISPOSITIVO MICROSOFT IN QUESTIONE. IN OGNI CASO, LA RESPONSABILITÀ COMPLESSIVA DI MICROSOFT NEI CONFRONTI DELL’UTENTE PER EVENTUALI DANNI DOVUTI A NEGLIGENZA DA PARTE DI MICROSOFT O ALTRO MOTIVO, IN RELAZIONE AL SERVIZIO DA EFFETTUARE SUL DISPOSITIVO MICROSOFT DELL’UTENTE, È LIMITATA AL SOLO RISARCIMENTO DI DANNI INDIRETTI, CHE NON DOVRÀ ECCEDERE IL MAGGIOR IMPORTO TRA (i) IL COSTO DELLA RIPARAZIONE O DELLA SOSTITUZIONE DEL DISPOSITIVO MICROSOFT O (ii) L’IMPORTO TOTALE VERSATO DALL’UTENTE A MICROSOFT AI FINI DEL SERVIZIO. MICROSOFT NON È IN ALCUN MODO RESPONSABILE PER DANNI INDIRETTI, SPECIALI, MORALI O CONSEQUENZIALI, QUALI LA PERDITA DI PROFITTI O IL MANCATO GUADAGNO. MICROSOFT NON È IN ALCUN MODO RESPONSABILE PER LA PERDITA DI O I DANNI A DATI O APPLICAZIONI SOFTWARE DURANTE L’ESECUZIONE DEL SERVIZIO. IL RIMEDIO ESCLUSIVO DELL’UTENTE CONSISTE NEL CERCARE DI OTTENERE DA MICROSOFT IL RISARCIMENTO PER I DANNI SUBITI PER UN IMPORTO NON SUPERIORE (i) AL COSTO DELLA RIPARAZIONE O DELLA SOSTITUZIONE DEL DISPOSITIVO MICROSOFT O (ii) ALL’IMPORTO TOTALE VERSATO DALL’UTENTE STESSO A MICROSOFT AI FINI DEL SERVIZIO.

19. SUBAPPALTATORI

Microsoft potrà subappaltare a fornitori terzi il Servizio relativo al Dispositivo Microsoft dell’utente.

20. ARBITRATO VINCOLANTE E RINUNCIA ALL’AZIONE DI CLASSE

Qualora l’utente risieda o la sede principale della sua attività si trovi negli Stati Uniti, il presente articolo si applica a qualsiasi controversia AD ECCEZIONE DI QUELLE RELATIVE ALL’APPLICAZIONE O ALLA VALIDITÀ DEI DIRITTI DI PROPRIETÀ INTELLETTUALE DELL’UTENTE, DI MICROSOFT O DEI LICENZIANTI DI ENTRAMBI. Per “controversia” si intende qualsiasi controversia, azione legale o altra vertenza tra l’utente e Microsoft riguardo al Servizio relativo ai Dispositivi Microsoft (incluso il relativo prezzo) o al presente Contratto, sia essa risultante da inadempimento contrattuale o della garanzia, illecito civile, leggi, regolamenti, ordinanze o qualsiasi altro fondamento giuridico o legale. Al termine “controversia” si attribuirà il significato più ampio possibile ammesso per legge.

  1. Comunicazione di Controversia. Nell’eventualità di una controversia, l’utente o Microsoft dovrà fornire all’altra parte una Comunicazione di Controversia, che consiste in una dichiarazione scritta recante il nome, l’indirizzo e le informazioni di contatto della parte che effettua la comunicazione e una descrizione dei fatti che hanno dato origine alla controversia e del rimedio richiesto. L’utente dovrà inviare eventuali Comunicazioni di Controversia tramite il servizio postale statunitense e indirizzarle all’attenzione di Microsoft Corporation, LCA ARBITRATION, One Microsoft Way, Redmond, WA 98052-6399Un modulo è disponibile all’indirizzo http://go.microsoft.com/fwlink/?linkid=245499. Microsoft invierà eventuali Comunicazioni di Controversia tramite il servizio postale statunitense all’indirizzo dell’utente, se disponibile, altrimenti al suo indirizzo e-mail. L’utente e Microsoft tenteranno di risolvere le controversie tramite negoziazione informale entro 60 giorni dalla data di invio della Comunicazione di Controversia. Dopo 60 giorni l’utente o Microsoft potrà istituire l’arbitrato.
  2. Tribunale per le Cause Minori. Qualora una controversia soddisfi tutti i requisiti necessari, l’utente potrà promuoverla presso il tribunale delle cause minori del suo Paese di residenza o nel paese in cui si trova la sede principale della sua attività oppure a King County, Washington. L’utente potrà promuovere una controversia presso il tribunale per le cause minori sia che questa sia stata previamente trattata per vie informali, sia che non lo sia stata.
  3. Arbitrato Vincolante. Nel caso in cui l’utente e Microsoft non siano in grado di risolvere una controversia per vie informali o presso il tribunale per le cause minori, la controversia dovrà essere risolta esclusivamente tramite un singolo arbitrato vincolante disciplinato ai sensi della Legge sull’Arbitrato Federale (Federal Arbitration Act o “FAA”). Non sono consentiti gli arbitrati di classe. L’utente rinuncia al diritto di promuovere qualsiasi controversia in tribunale davanti a un giudice o a una giuria (o di partecipare in tribunale in qualità di parte o membro di classe). Tutte le controversie, invece, saranno risolte davanti a un arbitro neutrale, la cui decisione sarà definitiva, eccetto che per un limitato diritto di appello ai sensi del Federal Arbitration Act. Qualsiasi tribunale con giurisdizione sulle parti potrà applicare il lodo arbitrale.
  4. Rinuncia all’Azione di Classe. Qualsiasi procedimento legale inteso a risolvere o promuovere una controversia in qualsivoglia tribunale sarà condotto unicamente su base individuale. Né l’utente né Microsoft cercheranno di condurre un’eventuale controversia come azione di classe, azione legale collettiva o qualsiasi altro procedimento che preveda che una delle parti agisca o intenda agire in funzione di rappresentante. Non si promuoveranno arbitrati né altri procedimenti giudiziari congiunti senza il previo consenso scritto di tutte le parti interessate negli arbitrati o nei procedimenti giudiziari in questione.
  5. Procedura di Arbitrato. Tutti gli arbitrati verranno affidati all’American Arbitration Association (“AAA”) in conformità alle relative Regole di Arbitrato Commerciale o, qualora l’utente sia una persona fisica che utilizza il Dispositivo Microsoft per uso personale o domestico o qualora il valore della controversia sia pari o inferiore a $ 75.000 USD, indipendentemente dal fatto che l’utente sia una persona fisica o dalla modalità di utilizzo del Dispositivo Microsoft, in conformità alle relative Regole di Arbitrato dei Consumatori. Per ulteriori informazioni, l’utente potrà visitare la pagina www.adr.org o chiamare il numero 1-800-778-7879. Per istituire un arbitrato, l’utente potrà presentare all’AAA il modulo disponibile all’indirizzo http://go.microsoft.com/fwlink/?linkid=245497. L’utente accetta di istituire un arbitrato esclusivamente nel proprio paese di residenza o nel paese in cui si trova la sede principale della sua attività oppure a King County, Washington. Microsoft accetta di istituire un arbitrato esclusivamente nel paese di residenza dell’utente o nel paese in cui si trova la sede principale della sua attività. L’utente potrà richiedere un’udienza telefonica o di persona seguendo le regole AAA. Per le controversie non superiori a 25.000 USD l’udienza sarà telefonica, a meno che l’arbitro non ritenga ragionevole parlare di persona. L’arbitro potrà liquidare all’utente gli stessi danni che il tribunale liquiderebbe. Ha la facoltà di concedere all’utente un provvedimento di accertamento o dell’autorità giudiziaria esclusivamente nella misura necessaria a soddisfare il reclamo personale di quest’ultimo.
  6. Corrispettivi e Pagamenti per l’Arbitrato.

      (i) Controversie relative a un Importo Pari o Inferiore a $ 75.000 USD. Microsoft rimborserà tempestivamente le tasse di deposito dell’utente e pagherà le spese e i corrispettivi relativi all’arbitrato e all’AAA. Nel caso in cui l’utente respinga l’ultima offerta scritta di accordo transattivo eseguita prima della nomina dell’arbitro (“ultima offerta scritta di Microsoft”), la controversia dell’utente giunga a sentenza arbitrale (definita “lodo”) e l’arbitro conceda all’utente più di quanto indicato nell’ultima offerta scritta di Microsoft, Microsoft: (i) pagherà gran parte del lodo o $ 1.000 USD, (ii) pagherà le eventuali spese legali ragionevoli e (iii) rimborserà le eventuali spese (tra cui corrispettivi e costi per le testimonianze dei periti) che il legale dell’utente avrà sostenuto per le indagini, la preparazione e l’istituzione dell’arbitrato in cui ha proposto il reclamo dell’utente. L’importo delle tasse, dei costi e delle spese verrà fissato dall’arbitro a meno che non venga concordato tra l’utente e Microsoft.

      (ii) Controversie relative a un Importo Superiore a $ 75.000 USD. Le regole AAA disciplineranno il pagamento delle spese di notificazione e delle spese e dei corrispettivi dell’AAA e dell’arbitro.

      (iii) Controversie relative ad Altri Importi. Per qualsiasi arbitrato istituito dall’utente, Microsoft cercherà di ottenere il rimborso delle spese e dei corrispettivi relativi all’AAA e all’arbitrato o delle tasse di deposito dell’utente, solo nel caso in cui l’arbitro stabilisca che la procedura di arbitrato sia futile o sia stata istituita per scopi impropri. Per qualsiasi arbitrato istituito da Microsoft, Microsoft rimborserà tutte le spese e i corrispettivi relativi al deposito, all’AAA e all’arbitrato. In nessun arbitrato Microsoft pretenderà che i corrispettivi o le spese legali vengano pagate dall’utente. I corrispettivi e le spese non vengono presi in considerazione quando si definisce l’importo di una controversia.

  7. Discrepanza rispetto alle Regole AAA. Il presente Contratto ha prevalenza in caso di discrepanza rispetto alle Regole di Arbitrato Commerciale o alle Regole di Arbitrato dei Consumatori.
  8. Rifiuto di Modifiche Successive all’Arbitrato. L’utente potrà rifiutare qualsiasi modifica apportata da Microsoft all’Articolo 20 (ad eccezione delle modifiche agli indirizzi) inviando a Microsoft una comunicazione entro 30 giorni a partire dalla modifica mediante il servizio postale statunitense all’indirizzo indicato nell’Articolo 20.a. In tal caso si applicherà la versione più recente dell’Articolo 20 anteriore alla modifica respinta dall’utente.
  9. Presentazione dei Reclami o delle Controversie entro un Anno. Nella misura massima consentita dalla legge, qualsiasi reclamo o controversia ai sensi dell’Articolo 20 dovrà essere presentato entro un anno al tribunale delle cause minori (Articolo 20.b) o all’arbitrato. L’anno ha inizio in corrispondenza della data in cui sorge il diritto di presentare il reclamo o la Comunicazione di Controversia. Qualora il reclamo o la controversia non venga presentata entro un anno, non potrà più essere presentata successivamente.
  10. Validità delle Disposizioni Contrattuali. Nel caso in cui la rinuncia all’azione di classe di cui all’Articolo 20.d sia illegale o non attuabile relativamente a tutte le parti di una controversia o ad alcune di esse, l’Articolo 20 non si applicherà a tali parti. Tali parti saranno, quindi, isolate e trattate in tribunale, mentre le parti rimanenti saranno trattate mediante una procedura di arbitrato. Nel caso in cui qualsiasi altra disposizione dell’Articolo 20 sia illegale o non attuabile, tale disposizione verrà eliminata mentre la parte rimanente dell’Articolo 20 resterà pienamente vincolante ed efficace.

21. LEGGE REGOLATRICE E FORO COMPETENTE

Stati Uniti. Qualora l’utente risieda o la sede principale della sua attività si trovi negli Stati Uniti, il presente Contratto sarà disciplinato e interpretato dalle leggi dello Stato di residenza dell’utente o dalle leggi dello stato in cui si trova la sede principale della sua attività e tali leggi si applicheranno ai reclami aventi ad oggetto gli eventuali inadempimenti contrattuali e a tutti gli altri reclami (inclusi i reclami relativi alla protezione dei clienti, alla concorrenza sleale, alla garanzia implicita e all’illecito civile), indipendentemente dai principi che regolano il conflitto di legge, ad eccezione delle disposizioni relative all’arbitrato che vengono disciplinate dal FAA. L’utente acconsente alla giurisdizione e alla competenza territoriale esclusive dei tribunali statali e federali con sede a King County, Washington, USA per tutte le controversie relative al Servizio o al presente Contratto citate in giudizio (non è consentito l’arbitrato né il tribunale delle cause minori).

Canada. Qualora l’utente risieda o la sede principale della sua attività si trovi in Canada, il presente Contratto sarà disciplinato e interpretato dalle leggi della Provincia di residenza dell’utente o dalle leggi della Provincia in cui si trova la sede principale della sua attività e tali leggi si applicheranno ai reclami aventi ad oggetto gli eventuali inadempimenti contrattuali e a tutti gli altri reclami (inclusi i reclami relativi alla protezione dei clienti, alla concorrenza sleale, alla garanzia implicita e all’illecito civile), indipendentemente dai principi che regolano il conflitto di legge. L’utente acconsente alla giurisdizione e alla competenza territoriale esclusive dei tribunali in Ontario per tutte le controversie relative al Servizio o al presente Contratto.

Altri Paesi. Qualora l’utente risieda o la sede principale della sua attività si trovi al di fuori degli Stati Uniti o del Canada, il presente Contratto sarà disciplinato e interpretato dalle leggi del paese di residenza dell’utente o dalle leggi del paese in cui si trova la sede principale della sua attività e tali leggi si applicheranno ai reclami aventi ad oggetto gli eventuali inadempimenti contrattuali e a tutti gli altri reclami (inclusi i reclami relativi alla protezione dei clienti, alla concorrenza sleale, alla garanzia implicita e all’illecito civile), indipendentemente dai principi che regolano il conflitto di legge.

22. INTERO ACCORDO; VALIDITÀ DELLE DISPOSIZIONI CONTRATTUALI; FORZA MAGGIORE

Il presente Contratto costituisce l’Intero Accordo tra l’utente e Microsoft in relazione al Servizio per il Dispositivo Microsoft in uso. Microsoft non autorizza alcuna modifica o variazione al presente Contratto. Qualora una qualsiasi disposizione del presente Contratto sia ritenuta non valida o non attuabile, sarà considerata sostituita da una clausola valida e attuabile che sia il più possibile vicina alla finalità della disposizione originaria e la restante parte del Contratto continuerà ad avere efficacia. L’Articolo 20.j illustra ciò che accade qualora alcune parti dell’Articolo 20 (arbitrato e rinuncia all’azione di classe) siano illegali o non attuabili. In caso di discrepanza tra il presente Articolo e l’Articolo 20.j, quest’ultimo avrà la prevalenza. Microsoft non è responsabile di eventuali errori o ritardi nella fornitura del Servizio dovuti a fattori al di fuori del ragionevole controllo di Microsoft.

23. COMUNICAZIONI PER GLI UTENTI DELLA CALIFORNIA

Il responsabile del servizio fornirà per iscritto alla società una stima delle riparazioni richieste (Articolo 9844 del Business and Professions Code della California) e non potrà addebitare alcun importo per i lavori effettuati o i componenti eccedenti quanto indicato nella stima fornita, senza previo consenso da parte della società. Se comunicato per iscritto, il responsabile del servizio potrà addebitare un corrispettivo ragionevole per i servizi forniti allo scopo di determinare la natura del malfunzionamento e preparare una stima in forma scritta delle riparazioni richieste. Per informazioni, contattare il Bureau of Electronic and Appliance Repair, Department of Consumer Affairs, Sacramento, CA 95814.

Un acquirente di un Dispositivo Microsoft in California ha il diritto di usufruire della riparazione e dell’assistenza per il dispositivo, durante il periodo di garanzia. Il periodo di garanzia verrà esteso per il numero di giorni completi durante i quali il dispositivo non è stato a disposizione dell’acquirente, in quanto sottoposto a interventi di riparazione in garanzia. Se viene riscontrato un difetto durante il periodo di garanzia, la garanzia non scadrà fino a quando il difetto non verrà corretto. Il periodo di garanzia verrà inoltre esteso qualora gli interventi di riparazione in garanzia non vengano effettuati a causa di ritardi dovuti a circostanze al di fuori del controllo dell’acquirente o qualora tali interventi non abbiano consentito di correggere il difetto e l’acquirente comunichi al produttore o al venditore il mancato buon esito delle riparazioni entro 60 giorni dal relativo completamento. Se il difetto non viene corretto dopo un numero ragionevole di tentativi, l’acquirente potrà restituire il dispositivo in cambio di un dispositivo sostitutivo o di un rimborso, per cui, in entrambi i casi, è prevista la detrazione di un importo ragionevole in base all’utilizzo. L’estensione temporale non influisce sulla protezione o sui rimedi a cui ha diritto l’acquirente in conformità ad altre leggi applicabili.

ULTIMO AGGIORNAMENTO: agosto 2015

© 2015 Microsoft Corporation. Tutti i diritti sono riservati.

Contattaci

Desideri contattare il supporto clienti per il problema "CONDIZIONI DI SERVIZIO PER I DISPOSITIVI MICROSOFT" di cui stavi leggendo o per un altro problema?

Condividi questa pagina